Lug 022016
 

One of the most amazing things about living in the Sardinian countryside is being able to have a huge veg patch, in fact, mine is allotment sized! As we live in a old farmhouse we have a walled off area that would have been used for pigs.

The soil around the house is terribe, it’s basically dust, topsoil is non existent. Luckily this walled area, next to the woods, is super fertile and benefits from lots of leaf fall.

Sard

I don’t have any fancy machinery, unfortunately just a spade and a hoe (my rake has disappeared!) So it’s difficult. I grow all my plants from seed. And I threw in a few extra courgette seeds in case they didn’t all come up. They ALL came up! So, not wanting to throw away a healthy plant, I put all 6 in. Well, it was a funny summer. We had a lot of rain, huge thunderstorms followed by really hot days then more rain, more sun…. It was nice not having to worry about watering. At first it was fun collecting all the courgettes, my children love picking our veg. In the picture below, my son is 4 and my daughter is 2, the biggest courgettes weighed nearly 2kg!

10471113_10154324024335206_1645449342404916658_n

The fun aspect soon passed, we’d go to the beach for a few days and when we returned were faced with literally bucket loads of courgettes. We gave lots away but also started eating courgettes with every meal. It was challenging finding recipes that the children might like. So I’ll share a few child friendly courgette recipes with you!!!!

courget glut

La calla

 giardinaggio  Commenti disabilitati su La calla
Lug 252013
 

Buongiorno a tutti..

come procede.. oggi vi voglio parlare di un fiore utilizzato sia per le bomboniere (ovviamente finto) che per addobbare la chiesa al vostro matrimonio…

quindi se volete risparmiare un po’ da fioraio.. perchè non provare a coltivare le calle nel proprio giardino?

La coltivazione della calla non richiede eccessive conoscenze colturali.

Le calle sopportano temperature che vanno dai cinque ai dodici gradi.  Il terreno ideale per coltivare la calla deve essere fertile e ben drenato. I rizomi della pianta si interrano a una profondità di circa dieci centimetri. La messa a dimora e il rinvaso della calla vanno effettuati a settembre per le varietà a fioritura precoce e a febbraio per quelle a fioritura tardiva. Si innaffia e si concima fino alla fioritura, dopo bisogna concedere alla pianta circa tre mesi di riposo, innaffiando solo per mantenere umido il terriccio e rinviando gli altri trattamenti, come la concimazione, alla caduta dell’ultimo fiore.

la calla va innaffiata molto raramente nel periodo in cui non è in fiore. Quando le foglie sono gialle e i fiori appassiti, si deve irrigare in quantità appena sufficiente a mantenere umido il terriccio, mentre quando le foglie appaiono verdi e sbocciano i fiori si deve riprendere ad irrigare in maniera abbondante

Girasole

 giardinaggio  Commenti disabilitati su Girasole
Lug 042013
 

Buongiorno a tutti..

in questo periodo.. in qualunque luogo ti sposti trovi sempre dei magnifici campi di girasole… forse ancora non in parte fiori ma.. è veramente uno spettacolo.. e perchè non coltivarli anche a casa?

come potete intuire questa vanno fatto crescere in una zona soleggiata, la semina dovrà essere fatta verso aprile, quindi adesso è troppo tardi.. 🙁

però non vi disperate perchè ovviamente ci sono anche le piccole piantine che vendono che potrete coltivare direttamente voi!!

 

La semina può essere fatta  in pieno campo (ovvero direttamente nell’orto o nel giardino) o in piccoli vasetti e, una volta che la pianta avrà raggiunto i 15-20 cm di altezza, trapiantarla in terra. Se opterete per la prima versione, fate delle buche nel terreno a 15 centimetri di distanza l’una dall’altra e ponete in ciascuna buchetta 4-5 semi.

Altrimenti perchè non adornare il vostro balcone con dei bellissimi girasoli? ovviamente dovrete prendere quelli che non superano le dimensioni di 50 cm…

quindi non appena sarà il momento perchè non piantarli?

 

coltivare fiori di loto

 giardinaggio  Commenti disabilitati su coltivare fiori di loto
Mar 072013
 

buongiorno a tutti..

avete sempre visto nei film e nei cartoni animati.. quei bellissimi fiori: i fiori di loto.. e allora oggi vi do dei consigli su come averli nel vostro giardino…

Caratteristiche:
Altezza 80 cm in sù costituito da 20 petali, possiedono un dolcissimo profumo.

Coltivazione:
per far si che la pianta si sviluppi sono necessari 15 cm di terra e tra 15-60 cm d’acqua stagnante. Il tipo d’acqua, insieme al calore del sole, sollecita la crescita della pianta, importante anche che essa rimanga sempre alla stessa altezza.

raccolta semi e semina

I semi devono essere estratti dalla loro capsula legnosa piantarli nel terriccio, la fioritura avverà l’anno dopo. Nel periodo autunnale è possibile spezzare il bulbo, i pezzi ricavati devono rimanere al caldo nella terra con acqua fino alla primavera dell’anno dopo.

La Primula

 giardinaggio  Commenti disabilitati su La Primula
Feb 282013
 

Appassionati di giardinaggio….

oggi dei consigli su cosa piantare in questi giorni con il tempo un po’ pazzerello…

come potete vedere dal ditolo.. la pianta che prenderemo in considerazione oggi è la PRIMULA:

Si tratta di una pianta rustica di piccole dimensioni. La primula ama i terreni umidi e ben drenati, senza ristagni di acqua che possono far marcire le sue radici. La temperatura ideale per il sano sviluppo della pianta è di 7 gradi centigradi e massimo sedici, temperature superiori accelerano la fioritura della pianta, accorciandone anche l’esistenza

coltivazione:

La primula si può coltivare sia in vaso che sul terriccio all’aperto. Questa pianta resiste molto bene alle basse temperature, per tale ragione si può piantare anche in autunno o a fine inverno.

La pianta ha comunque bisogno di luce, ma non del sole diretto che potrebbe farla seccare. La temperatura ideale per una sana crescita della primula è compresa tra sette e sedici gradi. Negli ambienti chiusi, specie in inverno, bisogna fare attenzione a mantenere costante la temperatura entro i livelli indicati e ad evitare spifferi e correnti d’aria che danneggiano la pianta. All’aperto, la primula va posizionata su terreni riparati dal vento.

come far crescere un albero in una bottiglia

 giardinaggio  Commenti disabilitati su come far crescere un albero in una bottiglia
Feb 212013
 

Tutti i giorni vediamo alberi e allora perchè non provare a farli crescere in una bottiglia?

I frutti consigliati per procedere con questa operazione sono:  Arance, pompelmi, limoni o mandarini.

COSA SERVE:

  •  Arancia, limone, mandarino, lime, pompelmo.
  • Una bottiglia di plastica
  • Terriccio
  • Carta assorbente
  • Borsa di plastica.
  • Coltello (per tagliare la parte alta della bottiglia)

1) SEMI: recuperate i semi e togliendo lo strato protettivo per permetterete al seme di bagnarsi e germinare più facilmente e in tempi ridotti, probabilmente una settimana.

2) SCELTA DEI SEMI MIGLIORI: Mettete i semi nella bottiglia di plastica con un po’ d’acqua. Lasciateli in ammollo per 24 ore. Finita l’attesa eliminate i semi che continuano a galleggiare, quindi prendete i semi sul fondo.

3) GERMINAZIONE: Per far germinare i semi metteteli su un tovagliolo di carta assorbente bagnato. Avvolgeteli e riponeteli in una busta di plastica e attendete che spuntino le radici. Solitamente avviene entro 3 settimane.

Procuratevi una bottiglia di plastica e tagliatela a 1/3 o metà e riempite il fondo con il terriccio.  Piantate i semi, 3 per bottiglia, e metteteli in un posto esposto alla luce del sole. Aspettate che inizino a crescere e, una volta individuato il più forte dei tre, togliete gli altri due e passate a bagnare e coprire il tutto con la parte alta della bottiglia, in modo da formare una serra.

Fiori resistenti al freddo

 giardinaggio  Commenti disabilitati su Fiori resistenti al freddo
Nov 152012
 

Il freddo è alle porte  ma voi non resistete ad avere un balcone o giardino pieno di bellissimi fiori.. e allora?? non ci sono problemi.. tanti fantastici fiori si possono adattare a questo clima..

ecco qua:

  • Spirea è della famiglia delle Rosaceae, comprende alcuni arbusti di dimensioni medie. Le specie sono divise in due grandi gruppi: le spiree bianche, a fioritura primaverile, e le spiree rosa, a fioritura estivo-autunnale. Sono piante di facile coltivazione e la loro rusticità le rende resistenti tanto al gelo quanto al caldo torrido.
  • Muscari sono un genere di piante appartenente alla famiglia delle Liliaceae.
  • Sternbergia è una pianta bulbosa appartenente alla famiglia delle Amaryllidaceae;  è perfetta per la coltivazione in aiuole e giardini rocciosi.

Cavolo ornamentale

 giardinaggio  Commenti disabilitati su Cavolo ornamentale
Nov 082012
 

Buongiorno a tutti..  oggi voglio proporvi un’idea per una pianta molto carina e resistenti al gelo.. che mi ha colpito mentre facevo un giro in un vivaio di un mio amico..

IL CAVOLO ORNAMENTALE

E’ una pianta appartenente alla famiglia delle Cruciferae, ottenuta da un’ibridazione della Brassica Oleracea (il cavolo comune). Diversamente dalla pianta-madre, non produce la “testa” e viene coltivata in vaso per poi essere spostato in piena terra dopo qualche tempo.

collocazione: a differenza di molte altre piante sopporta sia il pieno sole che la semi-ombreggiato. E’ resistente anche a temperature molto differenti tra loro, difendendosi egregiamente sia dal caldo torrido che dal freddo invernale.

il terreno: il Cavolo ornamentale non ha esigenze particolari, adattandosi praticamente a qualunque substrato. E passiamo al capitolo innaffiatura che necessita di irrigazioni abbondanti nel periodo estivo, specie se è collocata in pieno sole. Nel caso in cui sia posto in mezz’ombra, basterà innaffiare a giorni alterni, mantenendo il terreno umido.

concimazione: sarà sufficiente fornire del fertilizzante liquido nel corso dell’estate.

cosa piantare in autunno

 giardinaggio  Commenti disabilitati su cosa piantare in autunno
Set 272012
 

Eccoci qua anche oggi consigli per l’autunno.. per chi è appassionato di giardinaggio… quindi per voi delle idee su cosa poter piantare nel proprio giardino durante questa stagione…

L’inizio dell’autunno è ideale per piantare i fiori che vedremo a primavera perchè il troppo freddo non ha ancora indurito il terreno dei vasi o dei giardini quindi le radici possono crescere bene.

Tra i fiori da coltivare ci sono: piccoli iris, narcisi, anemoni, giacinti, tulipani, crochi, bucaneve, ranuncoliciclaminimuscari, frittillarie e fresie… che troverete sotto forma di bulbi.

E’ il momento perfetto per piantare rose, peonie ed hemerocallis o gigli da giardino.

 

come fare un bonsai..

 giardinaggio  Commenti disabilitati su come fare un bonsai..
Set 202012
 

Avete sempre desiderato una pianta bonsai? ma non sapevate come fare a farla? oggi.. vi spiegherò come fare.. quindi ecco a voi le regole fondamentali:

  1. scegliete una pianta adatta come azalea,cipressomelograno ficus  bosso acero.
  2. acquistate un vaso da bonsai rettangolare,
  3. scegliete un terriccio adatto in base alla pianta chiedendo aiuto anche al vivaio
  4. Togliete la pianta acquistata dal vaso, cercate di togliere un po’ di terra dalle radici in modo delicato senza strapparle, con un paio di forbici, tagliate le radici di un terzo.
  5. Mettete un piccolo strato di circa 4cm. di terriccio sul fondo del vostro vaso e copriamo le radici con il restante terriccio fino a raggiungere il bordo del vaso.
  6. eliminare i rami che tendono verso l’ esternorno, sfoltire la parte interna della chioma dai piccoli rametti
  7. aiutatevi con u filo di ferro a dare una forma al vostro alberello tendendocelo per circa un mese
  8. Annaffiamo il nostro terriccio inzuppando per bene il terriccio, e lasciando “sgocciolare” l’ acqua in eccesso
  9. Mettete il nostro bonsai in un luogo luminoso,lontano dalle correnti d’ aria,e non accanto al termosifone.
  10. innaffiate una volta alla settimana.